Martedì, 21 Novembre, 2017

Quarto posto per Matteo Trentin

Il logo dei Mondiali di ciclismo 2017 Il logo dei Mondiali di ciclismo 2017
Pammachio Corsino | 25 Settembre, 2017, 18:53

Peccato per Matteo Trentin, quarto, portato alla perfezione allo sprint dal compagno di squadra Alberto Bettiol. Il tema principale della corsa era il tentativo di Peter Sagan di entrare nella storia, diventando il primo di sempre a vincere tre Mondiali consecutivi. Finora l'impresa di conquistare tre titoli iridati consecutivi non è mai riuscita a nessuno nel corso della storia. Solo l'Olanda riesce a far meglio salendo per tre volte sul gradino più alto del podio, ma nel computo complessivo di allori siamo noi al comando.

Tom Dumoulin: non certo il favorito di oggi eppure la sua stagione da incorniciare ha un inaspettato colpo di coda anche in questa prova in linea.

A meno 31 km dall'arrivo l'italiano De Marchi perde contatto dal gruppetto di testa. Ci provano Alaphilippe, Gilbert e Terpstra, poi il francese Alaphilippe resta da solo, finchè in cima viene ripreso dall'azzurro Gianni Moscon. Nelle retrovie il nostro Gianni Moscon è vittima di una caduta insieme a Van Garderen e Sergio Henao, mentre il gruppo, guidato dai francesi, comincia a tirare e fa selezione, fino ad annullare il gap a 26 km dal traguardo. Sul rettilineo finale, è Bettiol in testa al gruppo. La volata è stata così inevitabile e per Sagan è stato un gioco da ragazzi o quasi prendere la ruota di Kristoff e saltarlo sul più bello. Il norvegese esplode tutta la sua potenza ai 300 metri dal traguardo. Lo slovacco affianca Kristoff ai 150 metri e con un colpo di reni lo beffa sulla linea.

Peter Sagan vince i Mondiali di ciclismo 2017 a Bergen, in Norvegia. Su questa pagina potete seguire la cronaca testuale live.


È questo che spinge ad affermare che, forse, Sagan è solo un rappresentante di un mondo alieno a noi sconosciuto, una sorta di strano Re Mida in grado di trasformare immancabilmente ogni fatica in oro cibandosi, per riuscirci, delle tonnellate di pressione che riceve e trovando ulteriori energie dal timore che la sua ombra e il suo nome suscitano negli avversari. Lo slovacco ha vinto le ultime due edizioni del mondiale. Dopo tappe e maglie verdi assortite al Tour de France, il prossimo obiettivo di Sagan saranno le classiche di primavera: prima quella Milano-Sanremo sfuggitagli per pochissimo lo scorso marzo, poi le corse sul pavè, Giro delle Fiandre (per il bis dopo il successo del 2016) e Parigi-Roubaix, per aggiungere altri trionfi a un palmarès già leggendario. Quarto l'italiano Matteo Trentin per una medaglia che sfugge all'Italia da ormai tanti anni. Si attende il fotofinish.

10 Julian Alaphilippe (Fra) s.t. Dietro a fare l'andatura sono Francia e Polonia. La salita di Salmon Hill potrebbe far scattare le fughe. In entrambi i casi è doppietta azzurra: nella prova contro il tempo c'è il secondo posto di Alessia Vigilia, nell'altra il terzo di Letizia Paternoster. 13,3 i chilometri al traguardo. Mancano 24 km alla conclusione.

I fuggitivi guadagnano fino a 10 minuti di vantaggio sul gruppo che viene controllato principalmente dalla Repubblica Ceca di Zdenek Stybar. È stato proprio il trentino l'unico a riuscire a chiudere il buco su Alaphilippe, scollinando con una decina di secondi di vantaggio su un gruppo parecchio scollato di una ventina di corridori.

Consigliato

Gp Aragon, Marquez trionfa: Rossi show ed e' quinto Gp Aragon, Marquez trionfa: Rossi show ed e' quinto Negli ultimi giri ci è mancato un po' di grip sul posteriore perché forse la gomma nel posteriore era troppo morbida. Ha avuto un pò di dolore nei cambi di direzione, anche se la guida sul bagnato è sicuramente più morbida.

MotoGp: Marquez vince e stacca Dovizioso, strepitoso Rossi quinto MotoGp: Marquez vince e stacca Dovizioso, strepitoso Rossi quinto Tra loro, da segnalare in particolare la sesta piazza di Aleix Espargaro , evidente segnale della costante crescita di Aprilia . Si sapeva che questa era una pista su cui la Ducati avrebbe dovuto soffrire, ma forse è andata anche peggio del previsto.

Le Probabili Formazioni di Fiorentina - Atalanta e quell'assenza che può pesare Le Probabili Formazioni di Fiorentina - Atalanta e quell'assenza che può pesare La Fiorentina sembrava avere la meglio di un'Atalanta coriacea, ma allo splendido gol di Chiesa ha risposto Freuler allo scadere. Sicuramente qualcuno nell'Atalanta si mangerà le mani considerando che il giocatore è ancora di proprietà nerazzurra.

Inter-Genoa: probabili formazioni, risultato e tabellino in tempo reale Inter-Genoa: probabili formazioni, risultato e tabellino in tempo reale Ma dove poter vedere la partita in televisione e in streaming? Oltre che, ovviamente, in maniera totalmente legale. Paesi Bassi con l'emittente Sanoma Media Netherlands. "Domani a San Siro daremo battaglia".

Spal-Napoli. Quattro novità nella formazione azzurra Spal-Napoli. Quattro novità nella formazione azzurra Un minuto dopo azione dall'altro lato del campo, con Mertens che scarica in porta un tiro lento e poco pericoloso: finisce fuori. Nel secondo tempo , il Napoli ha l'intenzione di chiudere la SPAL nella propria metà campo, ma gli spallini non sono d'accordo.

MotoGp: Aragon, quarte libere a Vinales MotoGp: Aragon, quarte libere a Vinales Un'incognita era rappresentata anche dal suo rendimento in base al meteo: " Non sapevo cosa aspettarmi in condizioni di asciutto". "Dopo la prima gomma invece ho capito certe cose e alla fine è venuto un buon tempo per il feeling che avevo".

Elezioni in Germania: Merkel sfida Schulz, la destra estrema verso il Parlamento Elezioni in Germania: Merkel sfida Schulz, la destra estrema verso il Parlamento Dopodichè, come già avvenuto nel 2005, nel 2009 e nel 2013, dovrà negoziare un governo di coalizione con uno o più altri partiti . Dopo la vittoria di Macron in Francia e dei liberali di Rutte in Olanda, anche la Germania si prepara ad affrontare il populismo.

Milan, Montella: "Domani sfida importante per noi" Milan, Montella: Montella guarda sia il bicchiere mezzo pieno che quello mezzo vuoto di un Milan ancora alla ricerca di una definitiva identità. Conclusione: anche quando il mister troverà una formazione "tipo" sarà molto difficile che giochi per due volte di fila.

Juve-Torino, le formazioni ufficiali: riposa Higuain Juve-Torino, le formazioni ufficiali: riposa Higuain Qual è stato invece il derby più bello di Marco Ferrante? Il Gallo inoltre ha segnato due gol negli ultimi tre derby della Mole . In vantaggio è il venezuelano, sul ghanese: ma l'ex Genoa ha già collezionato tre cartellini in tre partite disputate.

Montella: "Personalità SPAL, in questo stadio anche con l'Inter" Potevamo risparmiare qualche energia, ma forse era necessario per portare a casa questa vittoria importante . In Dybala mi ci rivedo nelle movenze, lo conosco da quando giocava in Argentina.

Milan, Suso: "Voi italiani siete troppo fissati con il fantacalcio" Milan, Suso: Montella guarda sia il bicchiere mezzo pieno che quello mezzo vuoto di un Milan ancora alla ricerca di una definitiva identità. Chissà se questo potrà essere l'ennesimo esperimento o se Montella ha davvero individuato la pedina adatta.

Moto, Rossi: proverò a correre in Spagna L'anno scorso qui siamo stati disastrosi, è vero, specialmente in gara , ma da quel GP abbiamo cambiato il bilanciamento e siamo migliorati.

La voglia di Francesco Zecchini a Uomini e Donne La voglia di Francesco Zecchini a Uomini e Donne Si comincia da Sabrina , oggi febbricitate, con un breve riassunto filmato delle sue prime esterne e dalla prima registrazione . Mattia Marciano è solo all'inizio del suo trono a Uomini e Donne ma già piovono su di lui numerosissime critiche.

Grande Fratello Vip, Serena Grandi in lacrime: "Mio figlio è gay" Grande Fratello Vip, Serena Grandi in lacrime: Il giovane la ringrazia per tutto ciò che fa e le sottolinea di essere orgoglioso di lei, così come lo è il resto della famiglia. La showgirl, sorella delle più famosa Belen Rodriguez , è stata inquadrata proprio mentre si detergeva dove non batte il sole.

Durante: "Mercato Inter criticato ma club a posto con Spalletti" Durante: Il Bologna esce deluso, ma con la consapevolezza di avere le possibilità di far soffrire (e sconfiggere) anche le grandi. I nerazzurri hanno probabilmente sottovalutato il Bologna , che aveva ben preparato il match e sapeva dove colpire.