Giovedi, 21 Marzo, 2019

Formula 1, Gp Austin: Raikkonen torna alla vittoria dopo cinque anni

F1 | Ecclestone “Raikkonen farà molto bene con la Sauber” GP Stati Uniti: trionfo di Raikkonen su Ferrari con rimpianti
Pammachio Corsino | 24 Ottobre, 2018, 04:24

Dopo quasi due mesi, la Ferrari torna a vincere. Dietro al finlandese, Max Verstappen che, anche ad Austin, ci ha divertito con un'altra esaltante rimonta: dal 18° posto in griglia di partenza alla piazza d'onore.

Raikkonen torna alla vittoria dopo cinque anni e porta la Ferrari sul gradino più alto del podio nel GP di Austin, davanti a Verstappen e Hamilton.

VETTEL ANCORA IN TESTACODA - Ancora una volta sotto la lente d'ingrandimento, ancora una volta per un altro testacoda. Al di là dei tatuaggi che sfoggia.

E allora diciamo bentornato a Kimi.

La gara si infiamma negli ultimi dieci giri con Kimi davanti, Verstappen brillantemente secondo e Hamilton terzo - dopo aver ricevuto strada libera dal suo "maggiordomo" Bottas - con Vettel in quinta posizione in avvicinamento sullo stesso Bottas.

E allora diamo ancora un bentornato a Kimi.


Oltre alla scelta delle gomme Ultasoft, ad incidere sulla prestazione del pilota finnico è stata anche una buona partenza che gli ha consentito di scavalcare immediatamente Hamilton.

Lance Stroll 4,5. Tampona Alonso nelle fasi iniziali e da lì in poi la gara è tutta in salita. Ovviamente questo non è il massimo in quanto speravamo che Vettel chiudesse la corsa più avanti, però a volte le cose vanno così. In gara parte bene e ingaggia un duello con Ricciardo che lo vede uscire sconfitto e in fondo al gruppo. Ma nel presente servirebbe forse un pilota esperto per puntare a vincere?

Grande Kimi Raikkonen che, a sopresa, vince il Gran premio degli Usa. Esattamente come la FIA, il tedesco sta attraversando un periodo di confusione totale: persino i suoi fan più accaniti fanno fatica a difenderlo. Due soste e full-attack: Hamilton è costretto a volare ed a rimontare Raikkonen e Verstappen, usufruendo anche di due ordini di scuderia di un Bottas nuovamente passivo. La doppia sosta? Non sono sicuro sia stata la giusta strategia, ma è sempre difficile perché puoi fare la differenza solo quando hai la gomma molto nuova e quando hai 12 secondi di distacco, una volta che chiudi il gap diventa complicato. Una formalità, dunque, pronta per essere espletata già a Città del Messico. Il leader del Mondiale, Lewis Hamilton, invece non ha saputo sfruttare la Virtual Safety Car innescata dal ritiro di Daniel Ricciardo. Una mossa che a conti fatti non paga.

Il Gran Premio degli Stati Uniti si è concluso in modo positivo per la Ferrari, che è tornata alla vittoria dopo quattro appuntamenti. "Continueremo di certo a combattere fino alla fine". Al sesto giro la classifica è la seguente: Raikkonen, Hamilton, Bottas, Ricciardo, Hulkenberg, Verstappen, Sainz, Ocon, Vettel, Perez, Magnussen, Sirotkin, Hartley, Vandoorne, Ericsson, Gasly, Leclerc e Stroll.

Se la stagione dovesse concludersi, per quel che riguarda i titoli mondiali piloti e costruttori, ad Austin alla Ferrari occorrerà fare un bell'esame di coscienza con l'analisi minuziosa degli errori commessi quest'anno, team e pilota in modo che vertice della Gestione Sportiva possa evitarli nella prossima stagione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Consigliato

Icardi: "Qui con la mentalità giusta" Icardi: A tal proposito Leonardo e Maldini stanno già discutendo di eventuali alternative. "I problemi con Leo fanno parte del passato". Rino Gattuso potrebbe approfittarne per effettuare qualche cambio rispetto alla formazione che ha affrontato il derby .

La resurrezione di Raikkonen Hamilton rinvia il quinto titolo La resurrezione di Raikkonen Hamilton rinvia il quinto titolo Alla fine abbiamo combattuto un po' con Verstappen , che è sempre piacevole , ma ora pensiamo alla prossima gara . Altro fattore determinante per la vittoria della Ferrari è stata la scelta di effettuare una sola sosta ai box .

MotoGp: Marquez campione del mondo MotoGp: Marquez campione del mondo Ma bisogna ammettere la realtà, anche questa Marc ha tirato fuori qualcosa in più e a stare lì fino alla fine. Le Yamaha si vedono solo in terza fila con Viñales settimo davanti a Rins e Rossi , malinconicamente nono.

Volley, Mondiale: Cina di bronzo, travolta l?Olanda 3-0 Volley, Mondiale: Cina di bronzo, travolta l?Olanda 3-0 La Serbia era stata anche l'unica squadra a battere l'Italia in un torneo chiuso con 11 vittorie e due sole sconfitte. La Serbia reagisce, migliora l'efficacia in battuta e Sylla e compagne vanno in tilt: 14-25.

X Factor: ultima sfida Home Visit X Factor: ultima sfida Home Visit Solo i migliori 12 saranno i protagonisti del talent dalla prossima settimana sul palco dell'X Factor Arena. Ultima apparizione inoltre per Asia Argento . " Asia Argento è una grande professionista ".

Condono, cosa cambia e cosa resta con l'accordo Lega-M5s Condono, cosa cambia e cosa resta con l'accordo Lega-M5s Anche perché né io con il decreto Dignità, né Salvini con il decreto Sicurezza, abbiamo mai letto in Cdm 50 pagine di commi e articolati e richiami.

La Ue boccia la manovra truffa M5s-Lega: deviazioni senza precedenti La Ue boccia la manovra truffa M5s-Lega: deviazioni senza precedenti Questa la denuncia del ministro dell'Interno Matteo Salvini su Facebook, accompagnata da un video a sostegno delle sue parole. Anche Spagna , Belgio , probabilmente Portogallo e Slovenia riceveranno probabilmente lettere di chiarimento.

Voto in Baviera, ripercussioni a Berlino Voto in Baviera, ripercussioni a Berlino Ma una cosa è chiara: "non solo siamo il partito più forte, ma abbiamo anche un chiaro mandato a governare". Su questo tema, l'Spd ha assunto una posizione che non è sostenuta da diversi suoi militanti ed elettori.

Lodi: bimbi extracomunitari tornano a mensa Lodi: bimbi extracomunitari tornano a mensa Maurizio Malvestiti, vescovo di Lodi :"La scuola deve accogliere tutti, con pari diritti e doveri". Se però i partiti si sono scambiati reciproche accuse, la società civile non è stata a guardare.

Giornalista saudita: Nyt, fatto a pezzi con una sega - Cronaca Giornalista saudita: Nyt, fatto a pezzi con una sega - Cronaca "Il futuro del principe ereditario saudita Mohammed bin Salman come sovrano del Regno è capitolo chiuso". Il giallo poi si arricchisce di altri inquietanti dettagli.

Grande Fratello Vip: Maurizio Battista abbandona ufficialmente la casa di Cinecittà Grande Fratello Vip: Maurizio Battista abbandona ufficialmente la casa di Cinecittà Frasi schiaccianti che possono riferirsi solo a un concorrente di questa edizione, ovvero il comico Maurizio Battista . Parlando di Monte , poi, ha perso le staffe: "Io Francesco lo conoscevo già da prima ma non ci ho mai provato ".

Il film della settimana: Sulla mia pelle Il film della settimana: Sulla mia pelle L'argomento trattato è estremamente delicato ed è stato affidato ad Alessio Cremonini , che ha esordito nel migliore dei modi. Senza sorpresa, non esiste cinema, ma solo operazione costruita a tavolino, odore di finzione, architettura inutile.

Nazionale, Mancini e Bernardeschi: "Meritavamo di vincere, dobbiamo essere più incisivi" Nazionale, Mancini e Bernardeschi: Al 43′, poco prima del fischio parziale, l'ultima: Andrij Pyatov si esibisce in una spettacolare parata nuovamente su Insigne . Nell'Ucraina di Sheva e Tassotti, occhi puntati sul centrocampista di origini brasiliane Marlos , Konoplyanka e Yaremchuk.

Formula 1 - Gran Premio del Giappone: Mercedes in testa nelle libere 2 Formula 1 - Gran Premio del Giappone: Mercedes in testa nelle libere 2 Ci lavoreremo stanotte, domani in qualifica sarà importante essere veloce per un solo giro, ma sono abbastanza contento. Stavolta i tifosi europei saranno costretti alle ore piccole per assistere in diretta al week-end di gara.

Reddito cittadinanza, Di Maio: '6 anni di galera a chi imbroglia' Reddito cittadinanza, Di Maio: '6 anni di galera a chi imbroglia' L'idea è quella di assegnare il reddito di cittadinanza senza contanti ma con un sistema di carte di pagamento . Inoltre, dovranno essere comunicati gli eventuali redditi che saranno percepiti nei dodici mesi successivi.